Women in rock!

Le donne del rock e le loro canzoni più fighe

Ben ritrovati, amici di Mente Digitale!

Sono Monica Fix!

In questo mio primo articolo del 2019, vi parlerò di “Women of Rock”, una playlist di Spotify, che raccoglie rockers donne grandissime e toste!

Articoli correlati

W.O.M.A.N

Tra tutte, in ordine di apparizione, Alanis Morrisette, LP, Paramore, Carly Simon e Lana Del Rey.

Alanis Morissette canta “You Oughta Know”, scritta nel 1995  in occasione della fine di una relazione amorosa. Ecco per voi un pezzo della canzone:

E’ stato come uno schiaffo vedermi essere rimpiazzata tanto velocemente. 
Pensi a me quando scopi con lei? 

Perché l’amore che m’hai dato e che abbiamo fatto 
non è stato abbastanza per far sì che tu ti aprissi completamente, no. 
E ogni volta che pronunci il suo nome, 
lei lo sa che m’avevi detto che m’avresti tenuto tra le tue braccia 
finché non fossi morto, finché non fossi morto? 
Ma tu sei ancora vivo! 

Ma io son qui a ricordarti 
del casino che hai lasciato andandotene. 
Non è giusto che tu mi neghi 
la croce che porto, che tu m’hai dato. 
Tu, tu, tu dovresti saperlo. 

Perché lo scherzo che ti sei portato a letto ero io 
e non svanirò nel nulla 
appena chiuderai gli occhi, lo sai. 
E ogni volta che graffierò la schiena di qualcun’altro con le mie unghie, 
spero lo sentirai anche tu. Allora, lo senti? 

Alanis Morissette

Nel 2016, LP, cantante omosessuale, cantò “Lost on you”, una canzone d’amore molto sognante e romantica, che ci fa perdere nei meandri della passione amorosa, con i seguenti versi

Bruciando come tizzoni, cadenti, delicati
Desiderando quei giorni senza resa
Anni fa

E be’, lo saprai
Fuma pure se vuoi, perché tutto sta precipitando
Tutto quello che volevo eri tu

Non andrò mai in paradiso perché non so come si fa
Alziamo un calice
O due
Per tutte le cose che ho perso in te
Oh
Dimmi, si sono persi anche loro in te?
Oh

Vorrei poter vedere i meccanismi
Per capire la fatica delle aspettative che hai in testa
Stringimi come se tu non avessi mai perso la pazienza
Dimmi che mi ami più di quanto mi odi
E che sei ancora mia

Ero certa che tu mi potessi lasciar andare
Dopo tutto quello che mi sono persa in te
Quello che ho perso in te?
Quello che ho perso in te?

Leggi anche:  Le Cronache di Atar
LP

Nella playlist è presente anche “Misery business” del gruppo Paramore, con la bella e intraprendente front-girl Hayley Williams. La canzone fu il loro singolo d’esordio nelle grandi classifiche mondiali del 2007 che canta di una ragazza bella, ma ******a, che rovina una relazione amorosa

lei ha un corpo come una clessidra
che fa tic tac come un orologio
è una questione di molto tempo prima che noi tutti ci esaurissimo
quando pensavo che lui fosse mio lei lo afferrò per la bocca

ho aspettato otto lunghi mesi
poi lei finalmente l’ha reso libero
gli ho detto che non posso mentire, che lui era l’unico per me
due settimane e abbiamo preso fuoco
lei era fuggita via per me,
ma io avevo il sorriso più grande

non ho mai avuto intenzione di vantarmi
ma io posso avere lui dove lo voglio, adesso
non è mai stata mia intenzione vantarmi
per avertelo rubato adesso
ma Dio, ci si sente così bene
perchè posso avere lui dove lo voglio, adesso
e se tu potessi, sai che lo vorresti

perchè Dio, ci si sente così bene
ci si sente così bene

le seconde possibilità non contano, le persone non cambiano mai
quando una è una ******a e tu non sei niente di più, mi dispiace questo non può cambiare
mi dispiace, questo non cambierà mai
e per quanto riguarda perdonarsi
entrambe avevamo supposto di essere cambiate
mi dispiace dolcezza ma mi sto lasciando sfuggire
adesso guarda da questa parte
beh ci sono un milione di altre ragazze che lo fanno proprio come te
cercando di sembrare più innocenti possibile per ottenere quello che vogliono, e ciò che vogliono è facile se lo fai nel giusto modo
beh io mi rifiuto, mi rifiuto, mi rifiuto!

Leggi anche:  Come vengono fatti i draghi di Game of Thrones (il Trono di Spade)
Haley Williams e i Paramore

Carly Simon canta “You’re so vain”, che non è dedicata a un uomo, anche se egli pensa che la canzone sia per lui, ma è un manifesto della liberazione delle donne sul fatto di non dover preferire di innamorarsi di certi stereotipi di uomini, scritta nel 1972

Sei entrato alla festa
come se stessi camminando su uno yacht
il tuo cappello strategicamente sopra un occhio
la tua sciarpa era color albicocca
ti sbirciavi nello specchio con un occhio solo
mentre guardavi chissà quale ballerina
e tutte le ragazze sognavano di essere la tua partner
di essere la tua partner, e…

Sei così vanitoso
che forse pensi che questa canzone parli di te
sei così vanitoso, sei così vanitoso
che scommetto che tu stia pensando
che questa canzone parli di te
non è così, non è così?

Sei stato con me parecchi anni fa
quando ero ancora piuttosto ingenua
beh, tu dicesti che eravamo una così bella coppia
e non mi avresti mai lasciato
ma ti sei lasciato sfuggire tutto ciò che amavi
e una di quelle cose ero io
facevo dei sogni
che sono diventati nuvole nel mio caffè
nuvole nel mio caffè, e…

Leggi anche:  Pc Master Race [Full AMD Lowbuget Friendly]
Carly Simon

Nell’anno 2013, Lana Del Rey cantò “Young and beautiful”, quello che più o meno pensano tutte le donne, rattristandosi dello scorrere del tempo e della bellezza:

Ho visto il mondo
Ho fatto tutto
Ho avuto i soldi
Diamanti, brillanti
Ora sono a Bel Air
Calde serate d’estate, a metà Luglio
Quando io e te eravamo scatenati in eterno
I giorni folli, le luci della città
Il modo in cui giocavi con me, come un bambino

Mi amerai ancora
Quando non sarò più giovane e bella?
Mi amerai ancora
Quando non avrò altro che la mia anima dolorante?
So che mi amerai, so che mi amerai
So che mi amerai
Mi amerai ancora quando non sarò più bella?

Ho visto il mondo, l’ho illuminato
Come sto illuminando la mia scena
Incarno gli angeli di una nuova era
Calde giornate estive, rock ‘n roll
Il modo in cui suoni per me ai tuoi concerti
E a qualunque costo devo conoscere
Il tuo bel viso e la tua anima elettrica

Mi amerai ancora
Quando non sarò più giovane e bella?
Mi amerai ancora
Quando non avrò altro che la mia anima dolorante?
So che mi amerai, so che mi amerai
So che mi amerai
Mi amerai ancora quando non sarò più bella?

Lana del Rey

Queste donne emancipate parlano dell’amore da un punto di vista che nel corso della stragrande maggioranza della storia è stato ignorato, quello femminile, facendolo con un ottimo sottofondo musicale rock.

Era ora che dicessimo la nostra anche noi donne!

Buon ascolto

Da Monica! O+