Internet non è solo un veicolo: è condivisione del sapere. La rete è innanzitutto un concetto filosofico

Vero Ma Strano News! #29

La nuova vignetta settimanale

La regina salvi Dio!
(più o meno cit.)

Una nuova misura dell’espansione dell’universo indica che è più giovane del previsto!
(L’universo, eh, non la regina.)

I nuovi dati indicano che va ridefinito il valore di riferimento, la cosiddetta costante di Hubble, finora utilizzato per calcolare quanto le galassie si allontanano le une dalle altre. È quanto emerge dai due studi pubblicati sulla rivista Science dal gruppo dell’Università australiana del Queensland coordinato da Tamara Davis, e dal gruppo dell’Istituto tedesco Max Planck per l’Astrofisica coordinato da Inh Jee.

Il valore della costante di Hubble è risultato “un po’ più alto di quello standard”, spiegano gli autori della ricerca, che hanno utilizzato per le misure la tecnica della lente gravitazionale, un effetto, previsto dalla Teoria della Relatività generale di Einstein, per il quale una galassia massiccia distorce la luce proveniente da un altro oggetto posto alle sue spalle e la amplifica, permettendo di osservarlo meglio.

“La costante di Hubble ci dà informazioni sulle dimensioni e l’età dell’universo. Se il suo valore misurato aumenta, vuol dire che l’universo è più giovane di quanto credessimo”, spiega il fisico Salvatore Capozziello, che insegna cosmologia e Relatività Generale all’Università Federico II di Napoli ed è associato all’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn).

Fonte: ANSA

Per vedere altri “Vero ma strano” seguite il progetto sui social!
Qui su Mente Digitale ci rivediamo fra sette giorni con un’altra vignetta inedita inerente a una curiosità scientifica/tecnologica!
E ricordate: la verità è sempre strana; più strana della finzione!