Conta i Cieli

Poesia scritta da Molkolm

Come sottofondo musicale vi propongo questo brano, schiacciate play e… buona lettura!

https://www.youtube.com/watch?v=fPjuuVOGqxI

Conta i cieli, contane quanti ne vuoi
ho visto il dolore scolpito sul tuo viso
ti ho sentito cantare e sperare
ti ho sentito cullare velenosa l’illusione
ti ho guardato lottare e perdere
ti ho visto crollare sotto il peso delle indecisioni
ho visto l’involucro inabissarsi lentamente
sotto la pelle, sotto le lacrime
ho visto le orme del tuo abbandono sparire
ti ho visto morire ogni giorno
innocuo e banale
nella mondaneità della resa incondizionata

Conta i cieli bugiardi, contane quanti ne vuoi
ti ho sentito benedire la menzogna
ti ho visto credere nei miraggi
Continua a contare i giorni venefici
guardali ripiegarsi, guardali affogare
Continua a contare i giorni
in cui avresti dovuto piangere
in cui saresti dovuto perire
in cui avresti dovuto ragionare
in cui saresti dovuto rinascere
perditi negli occhi del serpente
completamente vuoti di speranza

Conta i cieli plumbei, contane quanti ne vuoi
un altro giorno di pioggia non puo far male
sotto la terra, sotto la tempesta
se porta via le lacrime
se bagna il seme
se avvalla la rinascita
se caldeggia il ritorno
se svuota dall’odio
se purifica dal male subito
sollevati dunque, volgi al cambiamento
respira, grida, guarda avanti
smetti di contare i cieli
comincia a contare i passi

Acquista su Amazon.it

Commenti
Caricamento...